“IL PRIMO ASSIOMA T0″ di Enea Monaco

Home / Blog / “IL PRIMO ASSIOMA T0″ di Enea Monaco

“IL PRIMO ASSIOMA T0″ di Enea Monaco

In Blog

“IL PRIMO ASSIOMA T0″ di Enea Monaco

iron man lanzaroteL’assioma T0 è il più semplice assioma di separazione, generalmente assunto in ogni spazio topologico. Equivale a chiedere che la topologia arrivi a “distinguere” i punti.

Se uno spazio non soddisfa questo assioma, esiste un suo quoziente canonico che lo soddisfa, detto quoziente di Kolmogorov, ottenuto identificando fra loro i punti indistinguibili.

Più formalmente, dato uno spazio topologico X definiamo una relazione di equivalenza dicendo che due punti sono equivalenti se non esiste nessun aperto che li separi. Il quoziente rispetto a questa relazione è uno spazio T0, ed è lo spazio di Kolmogorov.

T0 è quello spazio che non considera nessuna, quello spazio-tempo che invece potrebbe far variare gran parte del risultato dAssioma t0 di enea monacoella performance.

Allo Start tutti gli atleti sono sulla linea, più concentrati a far partire il cardio che a modulare il loro stato di attivazione pre Start.

 

 

 

Lo stato di flow nella prestazione sportiva

Lo stato di Flow. Quasi tutti gli atleti, professionisti e dilettanti, hanno sperimentato nella loro carriera sportiva, una condizione psicofisica particolare.

In questa condizione la loro prestazione sportiva sembrava fluire senza sforzo apparente, una specie di momento magico in cui tutto funzionava alla perfezione oltrepassando i normali standard individuali di rendimento sportivo.  Questa esperienza, viene definita come stato di “flow”.club la santa

Lo stato di FLOW è caratterizzato da sensazioni di scioltezza fisica, associate ad un completo e totale assorbimento in quello che si sta facendo, un senso di potenza, di soddisfazione profonda, di benessere e di gratificazione, una sintesi tanto perfetta quanto inaspettata delle proprie risorse personali.

L’atleta quando riesce ad entrare in questo stato di attivazione (stato di flow) vive un coinvolgimento totale nella prestazione sportiva, trovandosi in una condizione di equilibrio perfetto tra le abilità personali e le richieste dell’evento sportivo, profondamente convinto di essere in grado di affrontare e spesso di vincere la sfida sportiva che lo attende.

Lo stato di Flow nella prestazione sportiva.

Una spiegazione fisiologica.

Una spiegazione fisiologica dello stato di flow, deriva dal fatto che in tali situazioni l’atleta utilizza in modo completo e simultaneo le potenzialità di entrambi gli emisferi cerebrali.

preparazioni per il triathlonGli emisferi presentano infatti un certo tipo di specializzazione, per certe specifiche funzioni: l’emisfero sinistro è la sede della razionalità da cui derivano apprendimento motorio e perfezionamento del gesto tecnico, mentre l’emisfero destro è principalmente coinvolto con l’emotività e per questo abilitato all’elaborazione delle immagini ed all’esecuzione di movimenti automatizzati.

Sarebbe ottimale, schiacciare quel pulsante “start” al risveglio, per poter monitorare e controllare i BPM della parte di attesa della gara, quasi tutti i preparatori vanno a controllare i dati gara, ma in pochi vanno a vedere quelli pre-gara. Che invece modificano con un quoziente canonico in positivo o negativo la Performace.

Recommended Posts
Contact Us

Scrivetemi la vostra richiesta, vi contatterò nel più breve tempo possibile....

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Enea Monaco, Via Speranza 19/21, 40068 San Lazzaro di Savena (BO). P.IVA 02856661208
preparazione atletica ironman corsaIMG_1094 2