Consigli sulla cellulite

Home / Consigli sulla cellulite

Consigli sulla cellulite

Prima di intraprendere un nuovo percorso rivolgiti ad un medico specializzato per accertarti che non ci siano controindicazioni. I seguenti consigli sono validi in linea generale ma potrebbero essere controindicati in presenza di condizioni patologiche specifiche.

Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non sono riferibili né a prescrizioni né a consigli medici.

La cellulite, in linguaggio medico pannicolopatia fibro-edematosa, indica una condizione alterata del tessuto sottocutaneo che è ricco di cellule adipose. Si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia delle cellule adipose, ritenzione idrica e stasi di liquidi negli spazi intercellulari. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismi e scorre nei canali del sangue) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.
La cellulite si può dividere in tre fasi di crescita:

Edematosa: crea un edema cioè accumulo di liquidi ed è presente nel tessuto adiposo, soprattutto intorno alle caviglie, ai polpacci, alle cosce e alle braccia.

Fibrosa: forma una fibrosi, cioè aumenta il tessuto connettivo che indurisce quello adiposo. È caratterizzato da piccoli noduli e dalla cute a buccia d’arancia.

Sclerotica: forma una sclerosi così che il tessuto diventa duro e nascono noduli di grandi dimensioni. La superficie è fredda e dolente.

TIPI DI CELLULITE

- La cellulite compatta

Colpisce soprattutto i soggetti in buona forma fisica con una muscolatura tonica poco mobile: la zona più interessata è spesso dolente e sulla cute compaiono delle smagliature, si localizza sulle ginocchia, sulle cosce e sui glutei.

- La cellulite flaccida

Colpisce in persone di mezza età che hanno tessuto ipotonico o in soggetti che variano di peso. La cellulite molle è costituita da infiltrati mobili con presenza di noduli sclerotizzati; si localizza all’interno delle cosce e delle braccia.

- La cellulite edematosa

È caratterizzata dalla presenza di una componente idrica: ristagno liquido dei glutei e del bacino conferiscono ai tessuti un aspetto gonfio e spugnoso.

CAUSE DELLA CELLULITE

Ci sono molte cause che danno origine alla cellulite: dipende da vari fattori che spesso si sommano fra loro. La cellulite è causata da un’alterazione del microcircolo. Alcuni fattori non sono causati da noi e sono quindi non eliminabili: questi vengono definiti PRIMARI (ad es. il sesso, la razza o la familiarità). Gli altri fattori che sono collegati all’andamento della vita vengono definiti SECONDARI e sono collegati a patologie particolari o all’assunzione di farmaci. Infine esistono fattori AGGRAVANTI dovuti al nostro stile di vita (ad es. cattiva alimentazione o sedentarietà).

- Fattori primari

L’ essere donna di razza bianca è molto sfavorevole, perché in questo tipo di soggetti prevale l’azione degli ormoni femminili (gli estrogeni) sui recettori specifici e la conformazione delle donne “a pera” fa si che ci siano un accumulo di chili in eccesso nella zona dai fianchi fino al ginocchio, una ritenzione idrica e una sofferenza circolatoria.

Un’altra causa molto importante sulla quale non possiamo intervenire è la componente familiare, quindi l’ereditarietà.

Il problema comincia con l’adolescenza, periodo in cui vi è una vera e propria tempesta ormonale che segna il passaggio dall’infanzia all’età adulta.

- Fattori secondari

I fattori secondari sono causati da due aspetti:

il ciclo mestruale, infatti l’aspetto a buccia d’arancia nel periodo pre mestruale si accentua

la gravidanza, durante la quale aumenta il livello degli estrogeni. Questo porta ad aspetti sia negativi che positivi quali aumento dell’appetito, miglioramento dell’ umore, ristagno dei liquidi e aggravamento della circolazione sanguigna.Di norma, la cellulite diminuisce dopo la menopausa, in assenza di trattamento ormonale sostitutivo.

- Fattori aggravanti

Molti sono i fattori aggravanti per la cellulite tra cui:

Vita sedentaria o dimagrimento eccessivamente rapido, il tessuto muscolare cede e quindi si aggrava la situazione visiva della cellulite. Per avere meno problemi di cellulite bisogna sempre fare movimento, il moto infatti aiuta a mantenere efficienti muscolatura, circolazione e metabolismo aiutando a bruciare i grassi e a prevenire la stasi circolatoria.

Alimentazione sbagliata, cioè troppo piena di calorie e di cibi grassi e ricchi di sale, per cui si forma un accumulo di adipe localizzato e ritenzione dei liquidi.

Postura sbagliata e con gambe accavallate, contribuisce ad aggravare la circolazione sanguigna e quindi la cellulite perché comprime i vasi.

Troppo tempo in piedi immobili, causa una cattiva circolazione sanguigna perché il sangue fa fatica a risalire dagli arti inferiori, con conseguente stasi circolatoria.

Abbigliamento troppo stretto, causa cattiva circolazione perché comprime i vasi.

Scarpe troppo strette o con tacco troppo alto, ostacolano il ritorno venoso e linfatico e impediscono il corretto funzionamento dell’importantissima “pompa venosa”.

Stress e fumo, sono altri fattori che aggravano lo stato della cellulite: lo stress aumenta il livello degli ormoni ad esso collegato che se presenti in quantità eccessiva diventano dannosi mentre il fumo ha un’azione vasocostrittrice e aumenta i radicali liberi che peggiorano il microcircolo e aiutano ad accelerare l’invecchiamento cutaneo.

Essere in soprappeso, quindi i chili di troppo causano la cellulite.

PREVENZIONE E RIMEDI

E’ molto meglio prevenire la cellulite che curarla. Infatti per prevenirla è sufficiente prestare delle piccole attenzioni alle nostre abitudini alimentari, cercare di fare tanto sport, indossare abbigliamento non troppo stretto e infine stare attenti nella postura di tutti i giorni.

Quali possono essere i rimedi?

Fare sport: perché su una pelle elastica la cellulite si vede meno.

Curare la salute della pelle: quindi limitare o addirittura eliminare fumo e alcool.

Bere molta acqua.

Mangiare molta frutta e verdura .

Fare una giusta dieta: senza però perdere con troppa velocità i chili in eccesso.

Massaggio classico: ha un effetto di stimolazione sulla circolazione sanguigna.

Linfodrenaggio: è un massaggio che serve a riattivare la circolazione linfatica e sfrutta la corrente continua per veicolare lo smaltimento delle tossine dell’organismo

Ionoforesi: è un macchinario che sfrutta la corrente continua facendola passare da un polo all’altro (polo positivo – polo negativo) aiutando così l’assorbimento dei principi attivi delle sostanze. Si applica sulla zona dove c’è l’inestetismo.

Presso massaggio: è un macchinario che sostituisce le mani dell’estetista, viene utilizzato soprattutto su clienti che oltre ad avere l’inestetismo della cellulite presentano edema e gonfiori. Si effettua inserendo le gambe in speciali gambali che si gonfiano e sgonfiano aritmicamente, facendo così drenare i liquidi ristagnati, riattivando la circolazione e portando un’azione rilassante.

Trattamenti estetici: ginnastica passiva con uno stimolatore elettrico. Questo macchinario serve per contrarre involontariamente i muscoli rendendoli più tonici, quindi migliorando l’aspetto visivo della cellulite. Inoltre riattiva la circolazione

Contact Us

Scrivetemi la vostra richiesta, vi contatterò nel più breve tempo possibile....

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search

Enea Monaco, Via Speranza 19/21, 40068 San Lazzaro di Savena (BO). P.IVA 02856661208